• 16 Febbraio 2024
  • Eventi
  • by Chiara Claus

    Nel 2020, dopo più di 40 anni, l’lnternational Association for the Study of Pain ha ridefinito il Dolore come “una esperienza sensoriale ed emotiva spiacevole, associata, o simile a quella associata, ad un danno tissutale reale o potenziale”.

    A parte la nuova definizione in sé, la vera novità è rappresentata dalle “note di accompagnamento”, elementi che la rendono chiara e coerente con i recenti risultati della ricerca scientifica.
    Nell’ambito della classificazione, il Dolore Neuropatico è una condizione che insorge come conseguenza diretta di una lesione o di una patologia del sistema nervoso somatosensitivo, che può essere centrale o periferica; ha una prevalenza che va dal 3 al 10% della popolazione e colpisce soprattutto il genere femminile (60,5%). La diagnosi è suggerita da una sintomatologia dolorosa urente, trafittiva, simile ad una scossa elettrica, accompagnata da alterazioni della sensibilità come parestesie, ipoestesia, iperalgesia e allodinia. I meccanismi del dolore neuropatico sono complessi e comportano cambiamenti a livello dei nocicettori, dei nervi periferici, a livello del ganglio della radice dorsale e nelle vie nocicettive del sistema nervoso centrale.

    Il trattamento è spesso con farmaci “adiuvanti” piuttosto che analgesici, scarsamente efficaci sul Dolore Neuropatico, procedure infiltrative o interventi non farmacologici quali Fisioterapia o Neuromodulazione.

    Scopo del Convegno è affrontare le problematiche più frequenti che si presentano alla nostra osservazione e discutere la base del trattamento farmacologico e non farmacologico. Inoltre, riteniamo opportuno far conoscere la realtà e le attività del Servizio di Terapia del Dolore dell’Azienda Ospedaliera S. Maria di Terni con l’intento di creare una rete di collegamento Territorio-Ospedale efficace e tempestiva.

    Leggi il Programma ed Iscriviti all’evento

    Rimani aggiornato sui prossimi eventi in programma!